5 consigli per dire le cose come stanno

Dare feedback: molte persone lo considerano un compito ingrato, dal momento che valutare una persona non è per niente semplice. Da uno studio condotto dal portale Officevibe però emerge che quattro dipendenti su dieci si sentono poco coinvolti nelle attività dell’azienda se non ricevono un riscontro sufficiente riguardo al proprio lavoro. Quale momento migliore quindi per diventare il mago dei feedback? Ecco cinque consigli da seguire per sostenere la crescita dei tuoi collaboratori.

EN 5 Ways To Tell It Like It Is@2X

Primo consiglio: Chiedi all’altro se è d’accordo

Prima di parlare con una persona per darle un feedback, assicurati che sia pronta ad ascoltare i tuoi commenti. Un approccio rilassato al confronto garantisce un dialogo positivo.

Secondo consiglio: Sii obiettivo

Parla dei fatti a cui hai assistito di persona. Descrivi il comportamento dell’altro e non esprimere emozioni senza specificare a cosa si riferiscono. Evita di suonare aggressivo come nella frase: "Sei sempre in ritardo!". Puoi esprimere la stessa osservazione dicendo: "Ho notato che questa settimana sei arrivato in ritardo due volte".

Terzo consiglio: Condividi le tue osservazioni, non l'interpretazione dei fatti

Spiega ai tuoi dipendenti le conseguenze del loro comportamento. Esprimi il tuo pensiero ma evita di sconfinare nelle opinioni. Piuttosto che dire: "Questa è un'idea stupida", scegli la versione: "Sono certo che hai delle idee migliori di questa".

Quarto consiglio: Assicurati di aver fatto chiarezza

Credi che il tuo messaggio abbia raggiunto il destinatario? Se sì, chiedigli se è d'accordo. Puoi fare domande dirette, come: "Pensi vada bene così?", "Capisci cosa intendo?" e "Che ne pensi?".

Quinto consiglio: Offri una soluzione

Vorresti che gli altri si comportassero diversamente? Allora offriti di fare da guida per spiegare cosa intendi. Per prima cosa, dai al tuo interlocutore la possibilità di esprimere le proprie idee. E poi presentagli le tue. Assicurati di trasmettere il messaggio che il problema non è mai responsabilità esclusiva di una persona sola. La soluzione sta sempre nella collaborazione!

 

Vuoi saperne di più sull’argomento? Segui il corso online "Di' le cose come stanno (L'arte del feedback)".

Vuoi ricevere gli articoli di GoodHabitz
direttamente nella tua casella di posta?

Saremo felici di inviarteli! Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai articoli freschi di pubblicazione.